HOME

CHI SIAMO
I NOSTRI SERVIZI
   - Riabilitazione neurologica
   - Rieducazione funzionale
   - Osteopatia
   - Rieducazione posturale
   - Riflessuologia plantare
   - Riabilitazione del pavimento pelvico
   - Massofisioterapia
   - Terapia fisica
   - Miofibrolisi
   - Kinesio Taping
   - Valutazioni e consulenze
DOVE SIAMO
CONTATTI



ROI - Registro Italiano degli Osteopati d'Italia
A.I.FI. Associazione Italiana Fisioterapisti
Tuttosteopatia - Il portale dell'osteopatia

Con il termine postura si intende l’insieme di relazioni reciproche tra le diverse strutture corporee e di rapporti tra queste e il mondo esterno. Pertanto è corretto sia parlare di postura come modo di stare in piedi, sedere, lavorare sia quando vi è un’asimmetria nell’immagine corporea, ad esempio un  disallineamento tra i cingoli scapolari, per cui una spalla risulta essere più alta della controlaterale.
L’origine di molti problemi dell’apparato muscolo-scheletrico è da ricondurre ad una alterazione del sistema posturale che forza il corpo, i muscoli e le articolazioni a lavorare in modo scorretto e soprattutto svantaggioso, secondo delle linee di forza anomale.
Tali schemi patologici, settimana dopo settimana, si vanno a fissare nel nostro modo di muoverci e di relazionarci con l’ambiente e con il tempo vanno ad influenzare altre catene muscolari per coinvolgere distretti anatomici ben lontani da quelli di partenza.
Secondo questo meccanismo un problema dell’articolazione temporo-mandibolare ( mandibola) può essere ricondotto ad un’asimmetria del bacino o ad un afisiologico modo di lavorare di un arto inferiore, ad esempio; così come una cervicalgia può dipendere indirettamente da una errata attivazione del diaframma nella sequenza del respiro.
Ogni tipo di problema ha origini diverse nei diversi pazienti poiché le possibili catene disfunzionali sono molteplici.
La rieducazione posturale è una metodica che si basa su un’analisi attenta e profonda delle caratteristiche posturali del soggetto tramite una valutazione sia di tipo statico che dinamico, vengono evidenziate le catene muscolari coinvolte ( posteriore, anteriore del collo, brachiale e antero-interna) e lo stato del sistema muscolo-scheletrico, in termini di lunghezze muscolari, modificazioni delle linee di forza  ed eventuali problematiche parallele. 

Il percorso di rieducazione posturale, personalizzato e conseguente ad una valutazione iniziale si esplica nell’arco di un ciclo di sedute con cadenza settimanale ed ha come obiettivo la risoluzione delle asimmetrie e dei blocchi posturali tramite manovre e posizionamenti correttivi rigorosamente associati alla respirazione diaframmatica.
Le varie posizioni che il paziente deve assumere sono seguite passo dopo passo dal fisioterapista che monitorizza le relazioni dei vari segmenti e richiama il paziente ad un ascolto e una contemporanea presa di coscienza del posizionamento che sta assumendo, dei muscoli che attiva e delle articolazioni che sono coinvolte. Le posizione vengono modulate nel corso delle settimane per arrivare, eliminati i problemi più grossolani, ad influenzare i distretti responsabili delle alterazioni posturali.

Il movimento del diaframma, principale muscolo respiratore locato nell’addome, è alla base della possibilità di ripristino di un equilibrio muscolare perduto tra i diversi segmenti del corpo.
Molti posizionamenti e quasi tutte le manovre correttive si avvalgono della respirazione per potenziare l’effetto terapeutico, pertanto l’analisi del meccanismo respiratorio del paziente e l’impostazione di una corretta modalità di esecuzione sono alla base di questa metodica riabilitativa.
Parallelamente, in relazione alle specifiche problematiche presentate da ciascun paziente, il fisioterapista propone una serie di norme di igiene comportamentale per rimuovere le abitudini scorrette, spesso in relazione alle mansioni lavorative, gli impegni domestici e familiari: queste conoscenze, e la loro applicazione rimane alla base della buona riuscita terapeutica del percorso di rieducazione posturale.
Le indicazioni alla rieducazione posturale sono molteplici come molteplici possono essere i disordini posturali ( dorso, arto inferiore, arto superiore, bacino, regione cervicale, articolazione temporo-mandibolare,….), ed essendo un approccio di tipo correttivo è considerato essere  una forma di prevenzione e di miglioramento delle funzionalità generali.